11046350_1444431129190639_2359596871931879045_n

Guardami Il ritratto contemporaneo al Multiverso a Firenze

Giovedì 21 inaugura un mostra a cui tengo molto, Guardami, un confronto pittorico fra le mie pitture e quelle del mio caro amico Andrea Monastero. Con il Professore, così chiamo amichevolmente Andrea, ci conosciamo dal 2007 e in questi anni più volte ci siamo confrontati sull’arte, su ciò che dovrebbe raccontare la pittura e su i nostri lavori e per la prima volta i nostri quadri verranno esposti insieme. Per questa occasione abbiamo deciso di ritrarci reciprocamente, che presto posterò qua sul mio sito.

Questo è il link all’evento su Facebook e di seguito il Comunicato Stampa.

Guardami – Il ritratto contemporaneo nell’opera di Gabriele e Monastero
Dal 21 maggio al 4 giugno presso Multiverso
via del Campo d’Arrigo 42 rosso, Firenze
Vernissage e opening party 21 maggio h. 18:30

Colori intensi, forti contrasti, segni riconoscibili, forme reinventate e volumi espressivi. Volti e ritratti ispirati dalla società in cui viviamo, facce di ieri e di oggi, per raccontare storie di vite. Un caleidoscopio d’immagini in cui i due pittori Diego Gabriele e Andrea Monastero si raccontano e raccontano il loro mondo. Se Emil Cioran parlando della modernità nell’arte affermava di non poter vedere un quadro moderno senza rallegrarsi della scomparsa della faccia, nelle opere di Gabriele e Monastero, artisti tanto diversi quanto simili, il volto è sicuramente l’indiscusso protagonista. La loro ricerca li porta a confrontarsi con quanto di più umano esiste, ad analizzare la persona attraverso la sua rappresentazione, offrendo a chi guarda una sequenza di istantanee postmoderne. La pratica del ritratto trova in questi soggetti un’interpretazione affascinante in cui i volti trasmettono un inedito aspetto del reale.

Quindi nei corpi leggeri e quasi trasparenti di Gabriele risaltano occhi spalancati al centro di grandi volti a cercare l’attenzione dello spettatore, ma con la timidezza un po’ maliziosa delle fanciulle. Mentre il tratto si fa più pesante nei volti di Monastero dove ogni ruga è la dichiarazione di un esistere, un raccontare una vita attraverso le espressioni e i diversi effetti dell’età che caratterizzano un volto umano. Istantanee di soggetti in azione, totalmente immersi nelle loro esistenze ma colti in un istante magico in cui, per un momento, sembrano rendersi conto di essere osservati e si voltano verso lo spettatore regalandoci il loro mistero privato. I due pittori, amici di lunga data, presenteranno anche due nuovi lavori appositamente prodotti per questa mostra, ovvero i reciproci ritratti. Offriranno quindi i loro stessi volti come oggetto e soggetto della loro arte, inseriti in una più ampia dimensione visiva e corale.

La mostra è ideata e organizzata da DAY ONE www.dayone-art.com

Per maggiori informazioni:info@dayone-art.com – www.dayone-art.com

Ufficio Stampa: Sara Buselli srbuselli@gmail.com

iteR

 Vagabondi in una terra devastata, ingnari lavoratori-pedine in città blindate dalla realtà aumentata, avanzi di umanità che popolano il sottosuolo. Chi tra loro uscirà per primo dal gruppo cambiando le sorti di questo mondo post-apocalittico?

Illustrazioni di Diego Gabriele
Racconti di L. L. Décroche su Medium