Burnout (2015)

Questa serie di dipinti sono stati realizzati nell’ottobre 2015 per l’esposizione, di pittura contemporanea, Immaginarie a Perugia, pochi mesi dopo è iniziato il Burnout, mesi senza toccare un pennello fino all’aprile 2017 mese in cui gli stessi vengono esposti a Il Melograno Art Gallery.


La curatrice, de Il Melograno Art Gallery, Maria Teresa Majoli descrive così questa serie di quadri:
“In Burnout la comparsa del colore lascia meno spazio alla fantasia, distrae ed allontana dal soggetto, contestualizza nel tempo e al tempo stesso accentua il senso del distacco, dell’estraniazione, riempiendo vuoti ne sottolinea la presenza… Una risposta al carico di sollecitazioni, al senso di inadeguatezza rispetto ai modelli proposti, la scarsa remunerazione del merito, il crollo della fiducia e l’assenza di equità. Una difesa dal contesto e dalle strutture sociali tramite l’azzeramento del proprio coinvolgimento emotivo o l’allontanamento dai propri ideali e valori. L’individuo tenta di proteggersi prima di scoppiare, senza rendersi conto che è già scoppiato, è già in Burnout.”